Placeholder

Lo sapevate che il colore del tuorlo di un uovo può indicare lo stato di salute della gallina e conseguentemente la qualità del prodotto?

Purtroppo la maggior parte delle uova che si trovano in commercio derivano da galline allevate in batteria le quali non vedono mai la luce naturale e vengono alimentate con prodotti di scarsa qualità, ne deriva che anche le uova che producono non sono di buona qualità.

Ecco come riconoscere un uovo da allevamento intensivo da uno sano solo dal colore.

Le uova acquistate in un classico supermercato molto probabilmente avranno il tuorlo di colore giallo chiaro, come quella al centro nella foto sottostante, e questo deriva dal fatto che la gallina è stata nutrita con cibo poco sano ed allevata in condizioni malsane, ne scaturisce che nell’uovo mancano molte proprietà nutritive.

L’uovo sano deve avere un colore arancione molto vivo come quello che vedete sulla sinistra, preferendo questo tipo di uova non solo aiutiamo la nostra salute ma anche l’ambiente perché gli allevamenti intensivi produco inquinamento ambientale.

Al Casale al Colle le galline vivono libere e vengono nutrite solo con mangimi naturali. La differenza si vede !

Credevate che il tuorlo dell'uovo naturalmente fosse di un bel colore arancione intenso? Beh la verità è un'altra: i tuorli assumono questa tonalità per via di un colorante artificiale che viene aggiunto al mangime. Il colore arancione che vediamo nel tuorlo quando apriamo un uovo è dovuto alla cantaxantina(E161g), ammesso dalla legge, che dà l'illusione di trovarci davanti le tipiche "uova della nonna". Ma si tratta solo di un'illusione. Questo stesso colorante viene impiegato nei mangimi per i salmoni e le trote per dare una colorazione arancione.




Indietro